Quanto tempo ci metterò a risparmiare i miei primi 100 mila Euro? Vivere di rendita #11

colonne ricchezza

Due dei pilastri più importanti di ogni buon investimento finalizzato al raggiungimento di un obiettivo di lungo periodo sono il tempo ed il rendimento.

Il tempo è un nostro amico nella parte iniziale di ogni piano di investimento, mentre viene visto con un certo timore nella parte centrale o addirittura finale dello stesso. Il motivo è ovvio, ogni negativa oscillazione di mercato mette in discussione tutto ciò che abbiamo accumulato fino a quel momento.

Ecco spiegato perché viene consigliato, ad esempio a coloro che accantonano soldi per il periodo del ritiro dalla vita lavorativa, di ridurre gradualmente il rischio dell’investimento.

Leggi anche: Ma quanto denaro mi servirà quando sarò in pensione?

Tutto vero, tutto giusto, ma in questo post capiremo come, grazie all’eccezionale macchina della capitalizzazione composta degli interessi, ogni anno che passa ha un valore decisamente diverso in termini di aumento della ricchezza. Continua a leggere

Annunci

Trasferirsi alle Canarie e Vivere di Rendita #9

vivere di rendita alle canarie

Uno dei pilastri della filosofia F.I.R.E. (Financial Independence Retire Early) è rappresentato dalla scelta di vivere di rendita in luoghi con un costo della vita inferiore a quello che si sopporta durante la vita lavorativa attiva.

Non sempre questo passaggio rappresenta una scelta obbligata per tutti e comunque può essere più soft di quello che si pensa. Si può guadagnare potere d’acquisto spostandosi anche solo all’interno propria regione di nascita (ad esempio trasferendosi dalla città a qualche paese di provincia o di montagna dove le case costano meno) oppure all’interno dei confini nazionali scegliendo luoghi dove la vita è più a buon mercato.

La terza alternativa è quella di trasferirsi all’estero in zone con clima e costo della vita più vantaggiosi rispetto a quelli attuali. Se poi a questo si aggiungono anche vantaggi fiscali il gioco diventa ancora più conveniente. Continua a leggere

Perchè con le sole obbligazioni NON si può vivere di rendita

Chair, Couch, Furniture, Road, Sofa

In rete non è infrequente trovare articoli che cercano di catturare qualche migliaio di click in più con titoli ad effetto capaci di attirare risparmiatori alla disperata ricerca di forme di investimento più remunerative di quelle offerte da un conto corrente bancario.

A fine febbraio Google News ha proposto questo articolo. Bello, affascinante, alla portata di tutti, ma veramente questa è la soluzione di investimento migliore?

E soprattutto davvero si può vivere di rendita investendo in obbligazioni? Continua a leggere

Perchè pranzare fuori casa ci fa perdere fino a 5 anni di indipendenza finanziaria – Vivere di Rendita #8

Ko

pranzo fuori casa risparmio

Dopo aver visto che fare una bella e ricca colazione tra le mura di casa propria permette di guadagnare fino ad un anno di indipendenza finanziaria,  analizziamo oggi il secondo pasto fuori casa di una tipica giornata lavorativa, quello del pranzo. I numeri dimostreranno quanto è facile risparmiare soldi che ci permetteranno più avanti nel tempo di vivere di rendita.

In questo caso specifico le cifre sono ancora più eclatanti, ma prima di arrivarci citiamo qualche dato estrapolato dal Rapporto Annuale 2018 del FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi).

Secondo questa indagine un italiano su quattro pranza fuori casa almeno 3-4 volte la settimana con 1 su 10 che lo fa tutti i giorni. Il 39% degli intervistati sceglie il bar, il 36% il ristorante. La spesa media per mangiare fuori casa è mediamente di 11 euro. I primi piatti fanno la parte del leone per il 54% degli intervistati, panino e secondo si piazzano al secondo posto.

Come già scritto nel precedente post la necessità per alcune persone di mangiare fuori non necessariamente deve sempre sposarsi con la soluzione più onerosa. Esistono possibilità più economiche che potranno regalarci una cosa che nessuna obbligazione o azione è in grado di offrire. Sto parlando del tempo. Continua a leggere

Perchè fare colazione a casa ci fa guadagnare 1 anno di indipendenza finanziaria – Vivere di Rendita #7

risparmiare a colazione

Qualche purista degli investimenti finanziari sono sicuro che storcerà il naso di fronte al post di oggi. Niente grafici, niente economia, niente giudizi su prodotti di investimento. Solamente finanza personale e soprattutto una ricetta facile facile per guadagnare l’indipendenza finanziaria.

Siamo talmente assuefatti dallo stile di vita moderno che fatichiamo e non poco a staccarci dalla dittatura delle abitudini.

Leggi anche: Il peso delle cattive abitudini

A volte però dei piccoli sforzi come quello che suggeriamo oggi (assieme ad altri che  proporremo in prossimi articoli) sono in grado di regalarci una cosa che nessuna obbligazione o azione è in grado di offrire. Sto parlando del tempo.

Tra poco vi mostrerò come guadagnare 1 anno di indipendenza finanziaria semplicemente rinunciando alla colazione fuori casa, ma premetto subito che qui non c’è la volontà di insegnare a nessuno come vivere. Solo mettere nero su bianco a comportamenti quotidiani che hanno un costo facilmente comprimibile da ognuno di noi. Continua a leggere

Chi è sempre occupato è il nuovo stupido – Vivere di Rendita #6


Quella miniera di informazioni che è YouTube ci permette di trovare ogni tanto qualche contenuto di interesse per chi vuole portare avanti l’idea di risparmiare tanto per raggiungere l’indipendenza finanziaria e vivere di rendita.

Il video a cui facciamo riferimento è quello di qualche anno fa in cui Warren Buffett e Bill Gates sostennero che i nuovi stupidi sono coloro che cercano di dimostrare agli altri (o lo fanno effettivamente) che sono sempre impegnati sul lavoro, con la mente alla ricerca di continue nuove idee per fare business. Di seguito riporto una mia trascrizione in italiano del dialogo.

Continua a leggere

Tra sogni e realtà – Vivere di Rendita #5

LIBERTA' FINANZIARIA

In Italia il tema pensioni è sempre molto gettonato, ma tranquilli non siamo gli unici. Negli Stati Uniti e in Gran Bretagna sono tantissimi i blog che trattano di indipendenza finanziaria e di come vivere con la rendita accumulata da una certa età in avanti. C’è chi offre consigli su come accumulare risparmi durante l’età lavorativa e c’è chi offre consigli su come comportarsi al momento del ritiro per non trovarsi con tutto il capitale bruciato dopo pochi anni.

In tempi di promesse elettorali a tema pensioni e quota 100 sarebbe sempre meglio distaccarsi un attimo dal mondo dei sogni e fare i conti con la realtà. Il mondo perfetto sarebbe quello di una libertà di scelta in cui ognuno di noi, sulla base dei tanti o pochi contributi versati alle casse pubbliche, può decidere quando staccare la spina e ritirarsi dal mondo del lavoro.

Ciascuno sarà responsabile di sé stesso e della propria famiglia e potrà decidere se 500 Euro al mese a 50 anni saranno sufficiente per il resto (quasi il doppio) dell’esistenza sua e della famiglia che rimarrà. Continua a leggere