Quando la Partenza fa la Differenza

La società di consulenza finanziaria americana GMO ha fatto nelle settimane scorse un gioco molto carino.
Ha simulato per due persone un approccio di investimento esattamente uguale. Joe e Jane partono entrambi con i versamenti a 25 anni e vanno avanti per 40 anni di lavoro. Joe e Jane hanno lo stesso salario e la stessa crescita del salario. Le somme versate al fondo pensione sono esattamente identiche. Entrambi investono negli stessi identici asset finanziari partendo con un 90% di azionario fino a chiudere al 50%. I ritorni dell’investimento sono identici (8% nominale e 5% dopo aver sottratto l’inflazione e le commissioni di gestione dei fondi).
Alla fine del percorso però quando Joe va in pensione riscuote 590.000 $ mentre Jane si gode 880.000, ben 290 mila dollari in più. Ma com’è possibile questa cosa avendo ottenuto entrambi gli stessi rendimenti ed avendo adottato gli stessi piani di investimento?
La differenza sta nella partenza dei rispettivi piani. Joe è partito nel 1954 mentre Jane 13 anni dopo nel 1967. Non conta la media aritmetica dei rendimenti ottenuti, ma piuttosto la sequenza con cui sono ottenuti. Se Jane ha subito perdite più consistenti nella fase iniziale mentre Joe in quella finale ecco che il trucco viene svelato.

gmo

Con questo esempio voglio dire che adottare un corretto piano di investimento, essere metodici, automatizzare, ribilanciare il portafoglio, sono tutte pratiche correttissime ed importanti, ma a volte il fattore fortuna fa la differenza e questo non lo possiamo controllare né prevedere.

Spesso quando si fanno confronti storici si prendono dei valori medi o mediani e su questi si fanno delle stime. Peccato che con questo esempio vi ho dimostrato come la sequenza dei rendimenti fa la differenza.

Ecco perché quanto sento delle critiche circa la correttezza di investire soldi nell’attuale contesto finanziario dove azioni e bond sono troppo cari rispondo semplicemente che se l’investimento è di lungo periodo ciò che bisogna sperare è che la purga (anche pesante) arrivi nei primi anni dei versamenti, cioè quelli attuali per godere al massimo in quelli finali. Chiaro il concetto?

Leggi anche: Concentratevi su cosa potete controllare

Annunci

6 risposte a "Quando la Partenza fa la Differenza"

  1. Alberto Nalin 21 novembre 2015 / 23:52

    Chi ha tempo non aspetti tempo, dice un vecchio proverbio. nella previdenza, e non solo, è una verità assoluta. Approfondimento interessantissimo.

    Mi piace

  2. Michele Colosio 23 novembre 2015 / 13:24

    A me sembra che la differenza sia dovuta al fatto che Jane, rispetto a Joe, ha sfruttato appieno il boom azionario degli anni ’90

    Mi piace

    • archeowealth 23 novembre 2015 / 21:48

      Ciao Michele, il punto è che entrambi hanno ottenuto lo stesso rendimento medio percentuale adottando le stesse misure. Per sfortuna di Joe i forti apprezzamenti si sono sviluppati nella parte iniziale fermandosi nel 1994, mentre Jane, come osservi giustamente tu, ha avuto la fortuna di partecipare alla poderosa gamba di rialzo di fine anni ’90 sfruttando appieno il già ricco montante di investimento. Ripeto, è la sequenza dei rendimenti quello che conta, non la semplice media aritmetica.

      Mi piace

  3. mattiaa82 24 novembre 2015 / 9:56

    Ottimo articolo che mette in evidenza un elemento molto importante per un piano di lungo periodo, ovvero che i prezzi di entrata contano anche nel lungo periodo.
    Due tecniche per risolvere tale debolezza è il ribilanciamento periodico in ottica contrarian (comprare quando scende e vendere quando sale oltre valori fisiologici) e un Pac di lunghissimo periodo ( ovvero destinare ogni anno un ammontare fisso della quota di rispamio dell’anno al mercato azionario).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...