Come creare un piano di investimento

Sunset, Road, Trees, Asphalt, Sunlight

Creare un piano di investimento rappresenta la pietra probabilmente più importante sulla strada che porta al raggiungimento di un obiettivo di natura finanziaria.

Buy and hold e market timing sono due concetti che gli investitori hanno sentito spesso nominare da consulenti o trader per giustificare la bontà dell’uno o dell’altro metodo di investire i risparmi. Entrambi hanno fallito alla prova dei mercati finanziari degli ultimi anni e soprattutto mostrano dei limiti nella gestione del rischio qualora si intenda programmare un piano di investimento di lungo periodo.

Il buy and hold è uscito ridimensionato dai due feroci mercati ribassisti della prima decade del secolo (2000 e 2008).

Il market timing non può necessariamente trovare una larga diffusione per la difficoltà di poterlo sfruttare con continuità. Entrare e uscire nel momento giusto del mercato necessita di grandi capacità (ed un po’ di fortuna) nel prevedere minimi e massimi primari, cosa ovviamente molto complicata che richiede disciplina e che anche i grandi trader faticano a centrare con continuità.

Allora qual è l’alternativa che rimane all’investitore medio? Un piano di investimento disciplinato.

Meditation, Balance, Rest, Autumn, Tree

Leggi anche: 6 regole per diventare investitori disciplinati

Le tre componenti principali che caratterizzano un piano di investimento ben progettato sono talmente semplici che non richiedono competenze da trader o da analista fondamentale, bensì una buona dose di buon senso e di costanza.

Piani di accumulo regolari, ribilanciamento e automazione, ecco la triade che vi permetterà di creare un progetto di investimento di lungo periodo con maggiore serenità ed efficacia.

I Piani di Accumulo (di cui abbiamo già parlato qui) rappresentano un ottimo compromesso per ottimizzare rischio e rendimento.

Possono risultare perdenti nel lungo periodo rispetto al buy and hold quando la tendenza rialzista diventa molto accentuata e persistente. Non appena l’incertezza o la lateralità si affaccia sul mercato ecco che il risparmio fatto crescere attraverso il PAC supera però di gran lunga in termini di rendimento (e minor rischio) ogni buy and hold.

pac
La seconda colonna portante di un buon piano di investimento è rappresentata dal ribilanciamento. Ne abbiamo parlato diffusamente qui dimostrando come una semplice opera di revisione periodica del portafoglio mantiene efficiente il portafoglio di investimento nel tempo.

Horizontal, Pan, Weigh, Kitchen Scale
Il terzo ed ultimo concetto che dovrebbe sempre far parte di piano di investimento disciplinato è quello dell’automazione dell’investimento di cui abbiamo parlato qui.

Uno dei principali problemi dell’investitore moderno è legato al comportamento soggettivo. La percezione del rischio cambia a in base al contesto nel quale si vive, con euforia nelle fasi di forti rialzi e depressione in quelle di accentuato ribasso.

Tutto questo porta l’investitore ad essere spesso dal lato sbagliato del mercato vendendo a prezzi bassi e comprando a prezzi alti. Automatizzare il processo di investimento elimina questo rischio di distorsione e di deviazione da quel piano che con tanta accuratezza abbiamo progettato fin dall’inizio.

Smart, Home, Smartphone, Hand, Touch
Eliminiamo ogni emozione ed ogni desiderio di intrometterci nel processo di investimento e i risultati saranno decisamente migliori.

Per fare ciò investiamo su basi periodiche (PAC), possibilmente ribilanciando il portafoglio sfruttando i benefici dell’automazione del processo.

Alcuni intermediari offrono già questo tipo di possibilità tramite strumenti Robo-Advisor .

Il piccolo risparmiatore può già ora cercare comunque di sfruttare queste tre potenti leve nel  modo meno costoso possibile per far crescere in modo efficiente i propri risparmi e garantirsi il successo del piano di investimento.

Annunci

73 risposte a "Come creare un piano di investimento"

  1. Giampiero 13 agosto 2019 / 15:38

    Vi chiedo se fornite consulenze per costruire un piano di investimento.
    Grazie

    Mi piace

    • archeowealth 13 agosto 2019 / 21:56

      No mi dispiace su questo blog non esercitiamo attività di consulenza e come dice il disclaimer ” I consigli proposti hanno come unico scopo quello di fornire informazioni. Non sono, quindi, un’offerta o un invito a comprare o a vendere titoli…”.
      Mi dispiace ma per il momento lo scopo del blog è quello di fornire educazione finanziaria in modo da mettere nelle condizioni ogni lettore di muovere i primi passi nel mondo degli investimenti in modo consapevole. Poi un giorno chissà…vedremo se da grande questo blog potrà diventare qualcosa di più.
      Comunque grazie per la richiesta.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.